PROGRAMMA

Roma – martedì 12 novembre 2019
(ore 9.00 – 13.30)


I processi di selezione del personale diventano sempre più sofisticati e “tecnologici”. L’esigenza di esplorare il background del candidato, non solo sotto un profilo strettamente professionale, per verificarne l’idoneità al ruolo, è sempre più sentita. D’altro canto il futuro datore di lavoro può oggi con estrema facilità assumere, direttamente o indirettamente, una grande quantità di informazioni dal web, dai social o da banche dati specializzate. Ma l’utilizzo dei background check pone dei vincoli (a dire il vero non sempre ben definiti) che derivano dalla sovrapposizione della normativa giuslavoristica, del GDPR e delle norme nazionali sulla protezione dei dati personali, tra le quali si segnalano, di recente, il Codice di condotta per il trattamento dei dati personali in materia di informazioni commerciali e le Prescrizioni del Garante per la protezione dei dati personali relative al trattamento di categorie particolari di dati nei rapporti di lavoro; infine, negli ambiti regolamentati, vanno considerate altre specifiche normative di settore, spesso anch’esse di derivazione comunitaria. Una tavola rotonda tra operatori specializzati, con l’esame di casi concreti, offre orientamenti pratici in un’area di estremo interesse per le aziende che ancora presenta margini di incertezza in uno scenario giuridico in via di definizione.


I controlli sui lavoratori nella fase preassuntiva ed in corso di rapporto: il quadro normativo
– analisi dei controlli (medici e non) che precedono l’assunzione
– controlli nel corso del rapporto di lavoro a garanzia della fedeltà nella corretta esecuzione dell’attività lavorativa
Prof. Arturo Maresca


Tavola Rotonda:
I trattamenti dei dati personali nell’ambito del rapporto di lavoro alla luce del D. Lgs. 196/2003: regole deontologiche e garanzie per i lavoratori

– utilizzabilità delle informazioni tratte da banche dati, internet e strumenti digitali nella fase di selezione e del corso del rapporto di lavoro
– verifica dei requisiti di idoneità previsti da specifici settori regolamentari: il caso delle istituzioni finanziarie

Moderatore:
Avv. Silvia Tozzoli

Intervengono:
Dott.ssa Michela Massimi (ne discute con):
Avv. Elena Ryolo
Avv. Lucio Scudiero
Avv. Marco Penna


La disamina di casi aziendali


QUESTION TIME
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.