PROGRAMMA

Milano – mercoledì 3 aprile 2019
(ore 9.00 – 13.00 / 14.30 – 17.00)


Le novità del D. L. “Semplificazioni” in materia di blockchain e le problematiche ancora aperte
– criticità di inquadramento giuridico
– D. L. “Semplificazioni”: una disciplina parziale e incompleta
– blockchain nell’ordinamento europeo (a partire dal parere EBA/Op/2014/08)
– primi interventi di natura regolatoria: Banca d’Italia e AGCM
Avv. Diego Corrado


Smart Contracts, Virtual Financial Assets e Initial Coins Offerings: profili di responsabilità e regolamentazione nazionale e internazionale
– rapporto tra contratto testuale, diritto dei contratti e smart contracts
– dagli smart contracts ai DAO: profili di responsabilità e personalità giuridica
– asset finanziari virtuali: emissioni, possibili classificazioni e regolamentazione
– profili normativi internazionali
Avv. Federico Vasoli


Le blockchain come strumento di tutela delle opere dell’ingegno
– economia della conoscenza: un futuro utopico o distopico per i freelance?
– importanza della tutela della proprietà intellettuale
– applicazioni della blockchain nel settore
– case study: l’esperienza di CreativitySafe
Prof. Marcello Esposito


Le applicazioni della tecnologia blockchain nel settore FinTech
– crowfunding e peer-to-peer lending
– asset management
– gestione dei pagamenti e funzioni di backoffice bancarie
– servizi di money transfer
– trading online
– microassicurazioni
Dott. Gianfranco Forte


Le applicazioni in ambito di supply chain management
– tracking di processi complessi
– compliance
– quality origin assurance
– ottimizzazione dei processi
Dott. Giovanni Perani


La tecnologia blockchain: aspetti tecnici
– definizione e funzionamento di un database distribuito
– modello base di funzionamento di una blockchain: concetti teorici ed esempio
– approfondimento tecnico: crittografia, chiavi asimmetriche, funzione di hash, proof-of-work
– blockchain pubblica vs. blockchain privata
Edoardo Agnello


QUESTION TIME
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.