PROGRAMMA

PRIMA GIORNATA
Milano, mercoledì 24 ottobre 2018
(ore 9.00 – 13.00 / 14.30 – 17.00)


I finanziamenti all’impresa in crisi e la loro evoluzione nel contesto nazionale e dell’Unione Europea: considerazioni introduttive
– finanziamenti all’impresa in crisi nell’attuale quadro normativo: criticità
– contesto degli schemi di Decreto Legislativo redatti dalla Commissione Rordorf
– proposta di Direttiva UE 22 novembre 2016
– inanziamenti dell’impresa in crisi e regolamentazione bancaria
Prof. Avv. Sido Bonfatti


I finanziamenti in funzione dell’ammissione al concordato preventivo o all’omologazione dell’accordo di ristrutturazione (i cc.dd. “finanziamenti ponte”)
– finanziamenti erogati in funzione della presentazione della domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo ovvero della domanda di omologazione dell’accordo di ristrutturazione dei debiti: la loro esplicita previsione nel piano
– forme tecniche impiegate
– incentivi previsti dalla Legge alla loro concessione
– protezioni assicurate dalla Legge a beneficio dei finanziatori: in particolare, la prededuzione;
– “finanziamenti ponte” nel contesto dei piani di risanamento attestati
Prof. Avv. Pier Danilo Beltrami


La c.d. “finanza interinale” nel contesto del concordato preventivo e degli accordi di ristrutturazione dei debiti
– “finanziamenti interinali”: fattispecie, forme tecniche
– “finanziamenti interinali” individuati soltanto per tipologia e non ancora oggetto di trattative come finanziamenti idonei a ottenere la autorizzazione dal tribunale
– presupposti: i “finanziamenti interinali” autorizzati nell’ambito del concordato preventivo e dell’accordo di ristrutturazione dei debiti
– complessivo fabbisogno finanziario dell’impresa sino all’omologazione
– idoneità dei “finanziamenti interinali” a garantire “la migliore soddisfazione dei creditori”
– “finanziamenti interinali” funzionali a urgenti necessità relative all’esercizio dell’attività aziendale: la destinazione; l’assenza di alternative concretamente praticabili
– prededuzione
Prof. Avv. Sido Bonfatti


I finanziamenti “in esecuzione” di piani di risanamento, accordi di ristrutturazione e concordati preventivi
– finanziamento “in esecuzione”: significato e implicazioni del collegamento
– finanziamenti “in esecuzione” di piani di risanamento ai sensi e per gli effetti dell’art. 67, comma 3, lett. d): presupposti, incentivi e protezioni
– finanziamenti “in esecuzione” di concordati preventivi: presupposti, incentivi e protezioni
– finanziamenti “in esecuzione” di accordi di ristrutturazione del debito omologati: presupposti, incentivi e protezioni
Prof. Avv. Giovanni Falcone


I finanziamenti effettuati da soci ovvero da chi esercita attività di direzione e coordinamento a favore della società, partecipata o diretta, in crisi
– finanziamenti effettuati da soci o dalla società “capogruppo” funzionali alla ristrutturazione dei debiti della società partecipata ovvero coordinata: il contesto, le ragioni che giustificano il coinvolgimento di soci ovvero della società “capogruppo”
– finanziamenti soci o infragruppo eseguiti anteriormente a, ma non funzione di, un concordato o un accordo di ristrutturazione dei debiti
– finanziamenti soci infragruppo erogati in funzione ovvero in esecuzione di un concordato preventivo o di un accordo di ristrutturazione dei debiti: incentivi e protezioni
– finanziamenti soci o infragruppo “interinali”: disciplina, incentivi e protezioni
– diritti dei soci o di chi esercita direzione e coordinamento quali creditori della società partecipata o coordinata
– finanziamenti soci o infragruppo eseguiti nell’ambito di piani di risanamento
Avv. Stefano Boatto


La redazione dei piani di ristrutturazione ovvero funzionali al recupero dell’azienda che prevedono finanziamenti “ponte”, “interinali” e “in esecuzione”
– principi di redazione dei piani di risanamento, dei piani oggetto della proposta di concordato preventivo e della domanda per l’omologazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti
– presupposti e condizioni economico-finanziarie che i piani devono soddisfare a fronte della necessità per l’impresa in crisi di ricorrere alla c.d. “nuova finanza”
– redazione dei piani che prevedono “finanziamenti interinali”: valutazioni organizzative ed economico-finanziarie funzionali a giustificare la miglior soddisfazione dei creditori, l’impossibilità per il debitore di reperire altrimenti tali finanziamenti e l’essenzialità per la prosecuzione dell’attività d’impresa
Prof. Alessandro Danovi


La protezione dei finanziamenti in caso di insuccesso del piano alla luce dei dati empirici e della proposta di Direttiva UE 22 novembre 2016
– dati empirici in materia di finanziamenti “interinali” e “in esecuzione” al piano – Linee Guida scaturite dal progetto CoDiRe
– esame delle disposizioni della proposta di Direttiva UE 22 novembre 2016 con riguardo ai finanziamenti e alla loro protezione
– revocabilità dei finanziamenti concessi in esecuzione di un piano di risanamento attestato nel fallimento successivo: il sindacato del giudice sul piano attestato alla luce della giurisprudenza della Cassazione
– risoluzione e annullamento dell’accordo di ristrutturazione e del concordato preventivo e trattamento dei finanziamenti prededucibili
Prof. Avv. Andrea Zorzi


I profili di responsabilità civile per i gestori dell’impresa e dei soggetti finanziatori in caso di fallimento consecutivo al percorso di ristrutturazione o di composizione della crisi intrapreso
– responsabilità degli amministratori (di S.p.A. e S.r.l.)
– responsabilità dei componenti degli organi di controllo
– responsabilità dei soci di S.r.l. nei casi previsti dall’art. 2476, comma 7 c.c.
– profili di responsabilità dei soggetti finanziatori a titolo di concorso (rispetto alla condotta illecita di amministratori e organi di controllo)
– limiti entro i quali è configurabile l’illecito di concessione abusiva di credito
Avv. Lamberto Schiona


SECONDA GIORNATA
Milano, giovedì 25 ottobre 2018
(ore 9.00 – 13.00 / 14.30 – 17.00)


I profili di responsabilità penale per i gestori dell’impresa e per i soggetti finanziatori in caso di fallimento consecutivo al percorso di ristrutturazione o di composizione della crisi intrapreso
– mancato coordinamento tra le soluzioni negoziali e i profili di rilevanza penale
– bancarotta preferenziale
– ipotesi di bancarotta fraudolenta
Avv. Giovanni Paolo Accinni


I problemi di rilevanza penale nelle operazioni di restructuring e turnaround: limiti e condizioni per gli interventi
– mancato coordinamento tra le soluzioni negoziali e i profili di rilevanza penale
– quando dover smettere di erogare credito?
– quando il credito erogato diventa ragione di responsabilità;
– reale conoscenza che motiva le responsabilità penali anche a titolo di concorso
Dott. Roberto Fontana


I finanziamenti da parte delle società della cartolarizzazione finalizzati a migliorare le prospettive di recupero dei crediti acquistati e a favorire il ritorno in bonis del debitore ceduto (L. n. 130/1999, art. 7.1, comma 2)
– descrizione della legge n. 130/1999
– nuovo articolo 7.1 della Legge 130/1999: la cartolarizzazione di crediti deteriorati da parte di banche e intermediari finanziari
– nozione di “credito deteriorato”
– ambito di applicazione soggettivo: limiti e problematiche
– concessione di finanziamenti da parte della società di cartolarizzazione: finalità del finanziamento
– limiti posti dall’articolo 1, comma 1-ter, della Legge n. 130/1999
Avv. Vinicio Trombetti


La concessione di finanziamenti da parte della società della cartolarizzazione nel contesto di piani, accordi o procedure per il risanamento o la ristrutturazione (L. 130/1999, art. 7.1, comma 3)
– descrizione delle principali caratteristiche e operatività della società di cartolarizzazione ai sensi della Legge n. 130/1999
– attività che possono essere svolte dalla società di cartolarizzazione nell’ambito delle procedure di risanamento e ristrutturazione: conversione in equity dei crediti acquisiti, sottoscrizione degli strumenti finanziari partecipativi
– condizioni e le finalità della concessione dei finanziamenti da parte della società di cartolarizzazione
Avv. Carmine Oncia


TAVOLA ROTONDA:

Finanziamenti all’impresa in crisi: profili critici, vincoli regolamentari e nuove opportunità
– finanziamenti per la composizione ovvero il superamento della crisi: tra irrinunciabilità e profili critici
– centralità dei finanziamenti per la composizione o per il superamento della crisi nel contesto dell’Unione Europea: la Raccomandazione della Commissione UE 12 marzo 2014, n. 135 e la Proposta di Direttiva della Commissione UE 22 novembre 2016
– prassi
– finanziamenti funzionali alla composizione o al superamento della crisi alla luce delle bozze dei Decreti redatti dalla Commissione Rordorf
– imiti all’esclusività delle banche nel ruolo di finanziatori professionali
– ampliamento del perimetro dei soggetti legittimati: l’effettivo contributo offerto dalle società della cartolarizzazione
– cc.dd. alternative lenders
– opportunità offerte dal mercato dei capitali in particolare alla luce del Piano di Azione per la Creazione dell’Unione dei Mercati dei Capitali del 30 settembre 2015
Prof. Avv. Alberto Jorio (Moderatore)
Prof. Avv. Maurizio Sciuto
Avv. Salvatore Sanzo
Prof. Avv. Daniele Vattermoli
Prof. Avv. Marco Speranzin
Prof. Avv. Giorgio Meo


QUESTION TIME:
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.