PROGRAMMA

Milano – mercoledì 27 novembre 2019
(ore 9.00 – 13.00 / 14.30 – 16.00)


I controlli datoriali: contenuti e limiti
– tutela del lavoratore: una priorità indispensabile
– controlli sul personale e sull’attività lavorativa. Caratteristiche e differenze
– personale di vigilanza e agenzie investigative. Strumenti di controllo
– limiti e poteri del datore di lavoro. Il ruolo delle guardie giurate
– accertamenti sanitari. Un problema delicato
Avv. Ughetta Di Carpegna Brivio


La riforma dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori. Un momento chiave
– nuovi controlli a distanza: genesi ed evoluzione dell’istituto
– impianti audiovisivi e altri strumenti di controllo. Limiti all’utilizzo
– strumenti per rendere la prestazione lavorativa e strumenti di controllo. Casi pratici a confronto
– utilizzabilità e rilevanza dei dati raccolti ai fini disciplinari
Avv. Francesca Ghidini


Il procedimento disciplinare: strategie e criticità
– importanza di una procedura corretta ai fini della legittimità del provvedimento
– redazione della lettera di contestazione: contenuti, tempi e modalità
– strumenti di difesa del lavoratore e l’assistenza sindacale
– criteri e valutazioni per scegliere una sanzione adeguata e proporzionata
Avv. Ughetta Di Carpegna Brivio
Avv. Francesca Ghidini


I dati personali del lavoratore e i controlli datoriali
– Regolamento Europeo sulla privacy e diritto del lavoro
– privacy “by design” e “by default”: principi applicati ai controlli datoriali
– utilizzo dei dati raccolti. L’informativa quale momento essenziale
– ruoli nel trattamento dei dati personali dei lavoratori
– adempimenti datoriali: la valutazione di impatto
Dott. Matteo Rocchi


Gli strumenti di controllo e gli strumenti di lavoro: analogie e differenze
– policy per l’utilizzo degli strumenti informatici. Contenuti e procedura
– utilizzo della posta elettronica e di internet su luogo di lavoro
– videosorveglianza. Una criticità sempre attuale
– badge e strumenti di accesso al luogo di lavoro
– GPS. Un controllo “inevitabile”
Dott. Matteo Rocchi


I profili penalistici dei controlli a distanza dei lavoratori dopo il Jobs Act
– impianti audiovisivi: conseguenze dell’illecita installazione
– tutela del domicilio informatico e la riservatezza del lavoratore
– controlli datoriali e dati raccolti: limiti di utilizzabilità nel processo penale
– uso fraudolento del badge: dal pubblico impiego all’impresa privata
– controlli difensivi alla luce della giurisprudenza
Prof. Avv. Alex Ingrassia


QUESTION TIME
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.