PROGRAMMA

Milano – giovedì 1 marzo 2018
(ore 9.00 – 13.00 / 14.30 – 17.00)


Le nuove Linee Guida di Banca d’Italia per le banche Less Significant italiane in materia di gestione di crediti deteriorati
– novità rispetto al documento di consultazione
– una strategia formalizzata: ottimizzare la gestione degli Npls e massimizzare il valore dei recuperi
– azioni possibili per il recupero: gestione interna o affidamento a intermediari specializzati
– funzioni dell’organo di supervisione strategica
– non applicabilità alle banche che svolgono attività di acquisizione e gestione dei crediti deteriorati


L’Addendum alle Linee guida BCE sugli NPLs: possibili scenari alla luce delle reazioni delle istituzioni e del mercato
– ambito di applicazione
– contenuti dell’Addendum
– livelli minimi di accantonamento prudenziale nel rispetto dei principi contabili
– esiti della consultazione
– prospettive e impatto sul mondo degli NPLs
– punto di vista di Danièle Nouy (Presidente del Consiglio di vigilanza della BCE)
– intervento di Sharon Donnery (Vicegovernatore della Central Bank of Ireland e Presidente della Task force della BCE sui crediti deteriorati)


I possibili impatti sul bilancio delle banche
– impatto degli IFRS9, anche alla luce delle considerazioni della BCE
– posizioni delle istituzioni europee: scontro istituzionale o dialogo?
– aspettative e la reazione dei mercati
– un’opportunità non colta piuttosto che una minaccia


La strategia di gestione degli NPLs
– definizione ed aggiornamento del piano annuale
– deliberazione dei criteri di valutazione e gestione degli NPLs
– definizione degli obiettivi gestionali delle unità responsabili della gestione e verifica dell’assetto organizzativo prescelto
– determinazione dei margini di discrezionalità gestionale dei soggetti coinvolti nella classificazione, valutazione e gestione degli NPLs in presenza di conflitti di interesse
– definizione ed approvazione dei sistemi oggettivi di selezione delle controparti esternalizzate addette alla attività di recupero
– predisposizione di adeguati controlli interni sui processi di gestione degli NPLs


La governance e l’assetto operativo per la gestione degli NPLs
– gestione interna o affidamento a intermediari specializzati nel recupero dei crediti
– ristrutturazione e rilascio di concessioni (forbearance)
– acquisizione di garanzie
– procedure legali o stragiudiziali
– cessioni (incluse le operazioni di cartolarizzazione) con derecognition


La classificazione dei crediti
– definizione di criteri applicativi per il conteggio dei giorni di scaduto delle esposizioni
– predisposizione di un elenco di indicatori e soglie per determinare la classificazione a inadempienza probabile
– definizione di criteri applicativi per l’individuazione, la classificazione e il rientro in bonis delle esposizioni oggetto di concessioni
– trattamento coerente dei gruppi di clienti connessi


Le rettifiche di valore e le cancellazioni contabili
– rettifiche forfetarie
– rettifiche analitiche
– stima delle perdite potenziali
– riprese di valore
– write-off


La valutazione delle garanzie immobiliari
– collaborazione da parte dei periti interni o esterni indipendenti dal processo di concessione del credito
– controllo dell’operato dei periti
– verifica con cadenza almeno annuale del valore degli immobili posti a garanzia degli NPLs
– utilizzo di metodi statistici per il calcolo del valore degli immobili in garanzia


La base dati informatica degli NPLs
– creazione di una dettagliata base informatica
– registrazione e gestione dei dati rilevanti sugli NPLs
– verifica dello stato di avanzamento delle procedure gestionali e di recupero
– registrazione delle attività svolte
– raccolta delle informazioni relative alle garanzie


QUESTION TIME:
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.