PROGRAMMA

Milano – giovedì 21 febbraio 2019
(ore 9.00 – 13.30 / 14.30 – 16.00)


La concreta applicazione della Direttiva sulle ADR e della normativa nazionale di attuazione (D. Lgs. 130/2015, che ha modificato il codice del consumo) e l’individuazione di alcune criticità sul funzionamento dei Collegi (soprattutto in termini di rispetto dei tempi di rilascio delle decisioni) hanno indotto la Banca d’Italia a un duplice intervento, sulla Direttiva CICR n. 275/2008 e sulle Disposizioni di funzionamento dell’ABF. Si tratta di interventi – riferiti sia all’organizzazione dei Collegi, sia ai rapporti di questi con i ricorrenti – che si presentano assai specifici e mirati e che sono però in grado di attribuire ai Collegi una rinnovata capacità operativa e di incidere sull’utenza che, con frequenza costantemente crescente, se ne giova. L’incontro organizzato da Convenia – alla presenza di autorevoli esperti in materia – si prefigge l’obiettivo di fornire un’ampia disamina delle nuove regole per il funzionamento dell’ABF, proprio alla luce del Documento di consultazione di Banca d’Italia del 28 dicembre u.s.


L’evoluzione della normativa ABF e le ragioni dell’intervento
– Direttiva 2013/11/UE e normativa di recepimento
– nuove disposizioni del codice del consumo (titolo II-bis, artt. 141 – 141-decies)
– rispetto dei tempi di risposta dell’ABF
– maggiore efficienza interna dei Collegi
– situazione attuale di produttività dei Collegi
– rimedi:
a) la competenza temporale
b) la competenza territoriale
c) la riduzione dei tempi di risposta
d) la revisione dei meccanismi del compenso ai componenti
e) la revisione del meccanismo di contribuzione degli intermediari
– valutazione sull’efficacia dei rimedi proposti


I Collegi
– requisiti soggettivi
– vice presidenti: individuazione e funzioni
– rinnovo del mandato
– valutazione della loro produttività
– utilizzo della videoconferenza
– spostamento di ricorsi da un Collegio a un altro per velocizzare le decisioni compensi
– Collegio di coordinamento: composizione e funzioni
– Conferenza dei collegi: rapporti con il Collegio di coordinamento


Il procedimento e la decisione
– ufficio reclami e tempi di risposta
– reclamo e tempistica del ricorso
– competenza temporale dei Collegi
– tempistica e contenuti di repliche e controrepliche
– richieste di integrazione istruttoria
– procedure alternative alla decisione collegiale:
a) la questione sulla quale esiste un consolidato orientamento dei Collegi
b) il provvedimento monocratico del presidente
c) la conciliazione
– spese per la procedura: diversificazione a seconda della via scelta
– pubblicità dell’inottemperanza e l’adempimento tardivo
– correzione della decisione


I recenti orientamenti dei Collegi
– non coincidenza del TAEG contrattuale con quello applicato: conseguenze
– computo delle spese per la copertura assicurativa nel calcolo del TAEG: l’evoluzione delle istruzioni di vigilanza
– esercizio dello ius variandi
– applicazione delle commissioni di istruttoria veloce (CIV)
– utilizzo fraudolento delle carte di credito e phishing
– onere della prova: contratti “monofirma” non sottoscritti dal cliente
– mancata comunicazione del preavviso di iscrizione in centrale rischi: conseguenze e prova del danno


QUESTION TIME
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.