PROGRAMMA

Milano – giovedì 21 giugno 2018
(ore 9.00 – 13.00 / 14.30 – 16.00)


I nuovi adempimenti dettati dal MAR e dalla guida operativa CONSOB
– nuova nozione di informazione privilegiata da comunicare al pubblico e conseguente ampliamento degli obblighi informativi
– procedura per il ritardo nella comunicazione: quando si applica e a quali condizioni; quando si è invece costretti a comunicare senza indugio
– nuovo Registro per le Informazioni Rilevanti (RIL): cosa lo distingue dal Registro Insider e perché è utile adottarlo pur se non obbligatorio
– diversità degli obblighi informativi per un’emittente con sole obbligazioni quotate rispetto ad un’emittente con azioni
quotate
– casistica su operazioni e sanzioni Consob
Avv. Giuseppe Cadel


I sistemi tecnologici per l’adempimento degli obblighi MAR
– affidare l’insider list a una società terza. Le ragioni e l’utilità dell’outsourcing. Implicazioni in termini di responsabilità. Costi
– valgono le stesse considerazioni per il RIL (registro delle informazioni rilevanti) e la notifica del ritardo dell’informazione privilegiata?
– procedure interne per la gestione dell’insider List e RIL. Come può una società terza aiutare nella predisposizione delle stesse e nella loro concreta attuazione. L’esperienza nella gestione delle problematiche di altre società che devono attuare il MAR
Dott.ssa Cinzia Debellis


L’applicazione del MAR nelle operazioni straordinarie
– società emittente target di un’operazione straordinaria. La due diligence su una società quotata. Disciplina pattizia degli obblighi di riservatezza e delle comunicazioni al mercato tra i soggetti coinvolti nell’operazione
–diversità di obblighi di comunicazione e divieti nel caso di acquisto di azioni di una società quotata e nel caso in cui venga lanciata un’OPA su tali azioni
– obblighi di comunicazione e divieti nel caso di acquisto di un asset di una società emittente. I sondaggi di mercato: come si fanno, quando farli e perché rifiutarli
– nuovo articolo 120 TUF per chi supera la soglia del 10%
– nuovi obblighi di comunicazione dettati per evitare i corporate raid e imporre maggiore trasparenza nelle scalate societarie
Avv. Edoardo Mistretta


La prospettiva dell’emittente: problematiche e vantaggi che derivano dall’applicazione del MAR
– profili procedurali interni:
– monitoraggio e accertamento della natura “privilegiata” delle informazioni aziendali;
– divulgazione al mercato/procedura del ritardo;
– tenuta del registro e trattamento dei consulenti;
– individuazione dei vari soggetti responsabili
– esempi di gestione delle informazioni privilegiate
Dott.ssa Lucrezia Geraci


Il procedimento sanzionatorio in CONSOB
– sanzioni applicabili: le sanzioni amministrative pecuniarie e la loro natura “penale” nella giurisprudenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo – la sentenza Grande Stevens – il cumulo sanzionatorio: la confisca (questioni di costituzionalità)
– problema del divieto ne bis in idem e delle garanzie procedimentali convenzionali nell’accertamento del fatto.
– procedimento sanzionatorio. Il Regolamento emanato dalla Consob e il rispetto dei principi del giusto processo. L’intervento del Consiglio di Stato e le relative modifiche. Distinzione tra funzioni istruttorie e decisorie. Necessità di un’udienza pubblica? Il termine per l’avvio del procedimento e la contestazione dell’illecito
– impugnazione innanzi alla Corte d’Appello tra controllo dell’attività dell’Autorità indipendente e diretto accertamento del fatto. L’efficacia probatoria degli atti di accertamento della Consob
– casistica
Prof. Avv. Stefano Villata


I profili penali
– sistema sanzionatorio italiano degli abusi di mercato
– Direttiva MAD II, Regolamento MAR e recepimento in Italia: novità, contraddizioni e rischio di norme penali “in bianco”
– estensione del campo applicativo degli strumenti finanziari
– estensione della competenza giurisdizionale
– Insider secondario; tipping; fattispecie di manipolazione del mercato
– problema del ne bis in idem sostanziale e processuale
– confische: acquisto di azioni, prodotto e profitto del reato
– giurisprudenza europea ed italiana.
Avv. Marco Morabito


QUESTION TIME
VALUTAZIONE DI CASI E QUESITI PROPOSTI DAI PARTECIPANTI

Al fine di consentire l’approfondimento di particolari profili giuridici ai temi oggetto del convegno, i Partecipanti interessati potranno formulare casi e quesiti specifici tramite invio preventivo a Convenia (all’indirizzo info@convenia.it). La Società sottoporrà la documentazione pervenuta al gruppo di Esperti coinvolti, i quali forniranno le loro approfondite valutazioni nell’ambito del convegno.